Presto

Ipparco


Ipparco, in greco Hipparkhos, astronomo e matematico del secolo. II a.C., nacque a Nicea, in Bitinia. Visse ad Alessandria, ma lavorò principalmente a Rodi, dal 161 al 126 a.C.

DSi fermò con il metodo e il rigore delle sue osservazioni. Ha creato strumenti tecnicamente perfezionati che gli hanno permesso di redigere un catalogo di circa ottanta stelle. Determinò le coordinate celesti di ognuna e le divise in sei quantità in base alla loro luminosità. Questa ricerca è stata ispirata dalla scoperta (134 a.C.) di una nuova stella.

HIcarco è uno degli scienziati più rappresentativi dell'era alessandrina. Inventa una diottria speciale per misurare le variazioni del diametro apparente del sole e della luna e introduce in Grecia la divisione del cerchio in 360 gradi, ciascuno divisibile in 60 minuti per 60 secondi, un sistema inventato dai babilonesi. La divisione del diametro del cerchio in 120 parti determina, mediante calcolo e non semplicemente per approssimazioni pratiche, il valore delle stringhe rispetto alle varie parti del diametro.

ecomporta una formulazione primitiva di trigonometria; stabilisce una tabella di stringhe per facilitare i calcoli astronomici che richiedono il ricorso ai loro vari valori e sviluppa un metodo per risolvere i triangoli sferici.

NIl campo della geometria piana elabora il teorema noto come teorema di Tolomeo.


Video: Odifreddi su Ipparco (Giugno 2021).