Presto

Cnido Eudox


Il greco Eudosso (408 a.C. - 355 a.C.) di Cynide fu l'inventore delle sfere celesti e uno dei primi a descrivere il moto dei pianeti. Ci sono poche informazioni disponibili al riguardo. È noto per essere stato nella città di Tarento, in Italia, per studiare con un discepolo di Pitagora chiamato Arquitas. Ha anche studiato medicina in Sicilia prima di recarsi ad Atene, dove ha trascorso due mesi frequentando seminari di filosofia con Platone e altri accademici.

Figlio di una famiglia di grandi dottori, si è laureato in medicina e si è esercitato per alcuni anni fino a scoprire l'astronomia, che ha imparato dagli egiziani nella città di Eliopoli. Ha quindi fatto il suo primo lavoro storico, registrando per la prima volta che la lunghezza dell'anno non è solo 365 giorni ma 365 giorni e sei ore. Eudoxo era anche il padre dell'idea di spiegare il moto dei pianeti e delle stelle, immaginando che le stelle fossero attaccate a sfere celesti trasparenti, tutte ruotanti attorno alla terra. Questo tipo di struttura cosmica raggiungerà il picco quasi mezzo millennio dopo con gli studi di un altro famoso greco, Tolomeo d'Alessandria.

Sebbene il libro Elements (scritto da Euclide d'Alessandria intorno al III secolo a.C.) sia stato per lungo tempo il testo più importante per lo sviluppo della scienza, molte delle dichiarazioni in esso contenute erano già state presentate da maestri più anziani, in particolare Eudoxo.

Intorno al 350 a.C. Eudoxo si trasferisce nella città di Cinido, dove trova il regime democratico, che sostituisce l'antica oligarchia. Con ciò, riceve il compito di scrivere la nuova costituzione, che dovrebbe governare il nuovo sistema politico. Contemporaneo del filosofo Platone, Eudoxo divenne uno dei matematici più noti ai suoi tempi, per padroneggiare le tecniche della geometria prevalente. Il tuo lavoro merita la nostra attenzione quando studi una procedura matematica per il calcolo della superficie. Pertanto, attraverso la sua tecnica, che ha chiamato il Metodo dell'esaurimento, articola i concetti di infinitesimale, il concetto di Somma superiore (Sup) e Somma inferiore (Inf), che influenzerebbe notevolmente i creatori del calcolo integrale.

Possiamo illustrare il metodo di esaurimento calcolando l'area del cerchio. Per questo dobbiamo iscrivere e circoscrivere poligoni regolari nella figura geometrica studiata. Man mano che i lati dei poligoni aumentano, convergiamo nell'area effettiva del cerchio. Eudoxo avrebbe disegnato una mappa del cielo. Studiò i calendari e registrò attentamente i tempi in cui le stelle si alzavano e tramontavano. Inoltre, segnerebbe i giorni del riflusso del Nilo e cercherebbe di raccogliere indicazioni sulle variazioni meteorologiche, con le quali prevedere le mutevoli stagioni dell'anno. Questi dati furono divulgati al popolo greco e trasmessi di generazione in generazione. Dalle osservazioni di questo grande matematico possiamo leggere:

  • "Il 12 marzo, le Pleiadi calano. La stella di Hera diventa rossa, avremo segni di cambiamento di temperatura. Il vento del sud soffia e se soffia più forte brucerà i frutti del suolo."

Ha combattuto violentemente gli oroscopi, dicendo sempre a tutti: "Quando il popolo caldeo vuole fare previsioni e previsioni sulla vita di un cittadino con i suoi oroscopi basati sul suo compleanno, non dovremmo dare alcun credito, perché le influenze delle stelle sono così complicate. per calcolare che non esiste ancora nessun uomo sulla terra che possa farlo. " È interessante notare il potere di un'idea, poiché Eudoxo non scriverebbe le sue conclusioni sulla geometria. Trasmetterebbe i suoi risultati per via orale. Tuttavia, queste conclusioni sono passate dal passaparola, di generazione in generazione, raggiungendoci, uomini del ventesimo secolo. Così Eudoxo, attraverso il suo genio, la sua intuizione di aver creato principalmente il metodo dell'esaurimento, ha contribuito in modo definitivo all'avvento delle idee di Newton, Leibniz e Riemann, nella concezione dell'opera più importante degli ultimi secoli: lo sviluppo di integrali.

In matematica, Eudoxo ha anche creato formule che sono ancora utilizzate oggi per calcolare il volume di coni e piramidi. Ma la maggior parte del suo talento era dedicato a fare confronti tra i numeri. Ha quindi elaborato una teoria delle proporzioni in cui ha incluso per la prima volta i cosiddetti numeri irrazionali che tanto mal di testa aveva dato ai matematici del passato. Dal momento che le irrazionali appaiono spesso in termini di aree e volumi, vale a dire in conti attualmente realizzati attraverso il calcolo integrale, Eudoxo è considerato uno dei creatori di questa disciplina. Si noti che il calcolo integrale non fu definitivamente stabilito fino alla fine del 19 ° secolo, 2200 anni dopo il suo tempo.

Per quanto riguarda la teoria delle proporzioni, la definizione creata da Eudoxo ha permesso il confronto di lunghezze irrazionali analogamente all'attuale moltiplicazione incrociata. Una delle maggiori difficoltà della matematica all'epoca era che certe lunghezze non erano comparabili. Il metodo di confrontare due lunghezze xey, cercando una lunghezza t tale che x = m.t e y = n.t (con numeri interi m e n), non ha funzionato per segmenti di lunghezze 1 e 2, come mostrato dal Teorema di Pitagora. Con la teoria creata da Eudoxo, è possibile confrontare lunghezze di qualsiasi tipo.

Come citato all'inizio di questo testo, uno dei lavori più importanti di Eudoxo era quello della sua teoria planetaria, insieme alla pubblicazione di un libro sulle velocità attualmente perduto. Eudosso fu fortemente influenzato dalla filosofia appresa dal suo maestro Arquitas, creando un sistema planetario totalmente basato sulla sfera. Il sistema è costituito da un numero di sfere di uguale raggio in rotazione, con assi che passano attraverso il centro della terra. Ogni asse di rotazione, a sua volta, ruota anche attraverso punti fissi in un'altra sfera rotante, generando così una composizione di movimenti.

* Riepilogo creato da Solo matematica, basato su fonti:
- Rivista speciale Galileo n. 1, pagina 6, aprile / 2003
- MacTutor History of Mathematics archive


Video: Eudoxus explained (Giugno 2021).