Articoli

Malba Tahan


Julio César de Mello e Souza (pseudonimo) Malba Tahan), visse 79 anni (dal 1895 al 1974), principalmente a Rio de Janeiro. Istruzione: D. Pedro II College, RJ Normal School e RJ Polytechnic School (civil eng.).

All'inizio del secolo, era abbastanza difficile per gli autori nazionali poter pubblicare qualsiasi cosa: i librai e i proprietari di giornali avevano paura di farsi male. Quindi, cercando di lanciarsi come scrittore, Mello e Souza ha deciso di creare una figura esotica e straniera, la Malba Tahan, e passare come traduttore delle sue storie e dei suoi libri.

Leggendo i Racconti delle mille e una notte, da ragazzo si era innamorato della cultura araba. Basandosi su questa conoscenza e migliorandola con altre letture, tra cui l'arabo, ha costruito il suo personaggio. La sua creazione fu una figura rara: nato nel 1885 in Arabia Saudita, un giovanissimo era stato nominato sindaco di El Medina dall'emiro; Quindi andò a studiare a Istanbul e al Cairo; All'età di ventisette anni, dopo aver ricevuto una grande eredità da suo padre, partì per viaggi avventurosi in tutto il mondo: Russia, India e Giappone: in ogni avventura, Malba Tahan finiva sempre con un ingegnoso problema matematico che risolveva magistralmente.


Malba Tahan

Il successo di questa idea di Mello e Souza fu immediato e finì per scrivere dozzine di libri per la sua Malba Tahan: The Shadow of the Rainbow (il suo libro preferito), Desert Legends, Heaven of Allah e il famosissimo. L'uomo calcolatore (che oltre ad essere tradotto in diverse lingue, ha venduto oltre 2 milioni di copie solo in Brasile ed è alla sua 42a edizione).

Oggi, il valore pedagogico di questo lavoro è riconosciuto anche a livello internazionale. Non meno meritevole di applausi è la creatività divertente dei libri di Mello e Souza; il grande scrittore Jorge Luiz Borges li collocò tra i più notevoli libri dell'umanità.

Oltre a produrre questa vasta opera letteraria (Malba Tahan), Mello e Souza hanno trovato il tempo di scrivere diversi libri di matematica e didattica della matematica.
Possiamo evidenziare i seguenti aspetti del suo lavoro didattico:

  • Era un critico severo della solita didattica dei corsi di matematica della prima metà di questo secolo (ci sono episodi di discussioni violente in congressi e conferenze).
  • Fu un pioniere nell'uso didattico della storia della matematica, nella difesa di un insegnamento basato sulla risoluzione di problemi non meccanici e sull'esplorazione didattica delle attività ricreative e sull'uso di materiale concreto nell'insegnamento della matematica.
Non possiamo non menzionare che è stato uno dei primi a esplorare la possibilità di insegnare alla radio e alla televisione. Ci dispiace, d'altra parte, la tua insistenza nel diffondere idee associate alla numerologia.

Probabilmente deve il suo interesse per l'insegnamento a suo padre e sua madre, entrambi insegnanti di prima elementare. Ha iniziato a insegnare presto: all'età di 18 anni, ha insegnato nelle classi supplementari al D. Pedro II College. Le posizioni più importanti che ha ricoperto sono state: Professore ordinario alla National School of Fine Arts, Professore ordinario alla National Faculty of Architecture e Professore ordinario al RJ Institute of Education (ex RJ Normal School).

bibliografia: Jornal Jornal, SP, 1991, Testimonianza di Mello e Souza al Museo dell'immagine e del suono.


Video: malba tahan (Giugno 2021).