Presto

George Berkeley


George Berkeley (1685-1753) era un filosofo idealista irlandese. Meglio conosciuto per la sua difesa dell'immaterialismo, è passato dagli studi epistemologici allo sviluppo di analisi di temi metafisici, filosofia della scienza, filosofia della matematica, filosofia della religione, economia, politica e morale. Credeva anche che le basi della matematica non potessero essere comprese, così come non possiamo capire le basi della fede, e se crediamo nella matematica, la maggiore convinzione che dovremmo avere nelle verità religiose.

Nel 1707, ricevette il titolo di Master of Arts (M.A.); sviluppa la filosofia immaterialista, parzialmente registrata in due taccuini, ora noti come commenti filosofici; pubblica due brevi trattati matematici intitolati Arithmetica e Miscellanea Mathematica. ha scritto L'analista tra il 1732 e il 1734. In questo lavoro, ha criticato il calcolo differenziale e integrale di Newton. Ha anche scritto Una difesa del libero pensiero in matematica.

Sempre nel 1734, viene nominato vescovo di Cloyne, in Irlanda. Durante l'epidemia di carestia e peste verificatasi tra il 1737 e il 1741, Berkeley si dedicò ai malati, cercando di curarli con acqua di catrame. In materia, scrisse un'opera chiamata Siris nel 1744. Sempre in questo periodo scrisse The Questioner, dove rifletteva su questioni economiche e sociali. Nel 1752, vecchio e malato, Berkeley si dimise dall'episcopato e si ritirò a Oxford, dove morì.


Video: Locke, Berkeley, & Empiricism: Crash Course Philosophy #6 (Giugno 2021).