Presto

Christian Huygens


Christian Huygens Era un matematico, fisico e astronomo olandese, nato a L'Aia, nei Paesi Bassi, il 14 aprile 1629. Fu il secondo di quattro figli del poeta e diplomatico Constantijn Huygens (1596-1687). Era un uomo di vasta cultura che si dedicava anche alle scienze. Da suo padre, Huygens ricevette le sue prime lezioni di matematica e meccanica all'età di tredici anni e fin dall'inizio suscitò interesse e abilità in entrambi.

È diventato lo scienziato internazionale più prestigioso dei suoi tempi. Da bambino ha conosciuto intellettuali famosi come René Descartes e ha ricevuto un'istruzione in matematica e fisica all'Università di Leida, dove ha studiato con Frans van Schooten, un ex studente di Cartesio.

All'età di sedici anni, Huygens entrò all'università di Leida per studiare legge e fu presto trasferito a Breda, dove suo padre era a capo della nuova università, laureandosi due anni dopo in giurisprudenza. In entrambi i luoghi ha continuato i suoi studi in matematica, ma solo dopo la laurea ha rivolto la sua attenzione allo studio delle scienze fisiche e matematiche.

A diciassette anni, comunicò la sua prima scoperta matematica a Mersene, che la introduce alle opere di Archimede, e fu presto in corrispondenza con i più importanti scienziati in Europa. Nel 1651, all'età di 21 anni, Huygens pubblicò le sue prime opere matematiche, la più importante delle quali era la quadratura delle sezioni coniche. Nel 1654, fece la migliore approssimazione, fatta all'epoca, dell'area del cerchio. Due anni dopo invia a Van Schooten il suo lavoro sul calcolo delle probabilità intitolato Da ratiociniis in ludo aleae.

Huygens divenne presto famoso come matematico e i suoi principali contributi furono l'analisi infinitesimale della conica (1656), il calcolo superficiale di una rivoluzione paraboloide (1657) e, soprattutto, la complementazione degli studi di Pascal e Fermat sulla teoria della probabilità (1657).

Usando un telescopio perfezionato da solo, osservò che Saturno era circondato da anelli (1659) e scoprì la Nebulosa di Orione. In seguito si interessò alla misurazione accurata del tempo, che portò alla sua scoperta del pendolo come regolatore dell'orologio. Sull'influenza di Mersenne ha acquisito un grande interesse per gli esperimenti con il vuoto.

Studiato sul comportamento di liquidi puri, resistenza all'aria e lucidatura e sul montaggio delle lenti. In meccanica ha enunciato il principio della forza centrifuga e la straordinaria legge del pendolo. A questo inventore sono attribuite le creazioni, tra l'altro, dell'orologio a pendolo (1657) e del manometro per la misurazione della pressione del gas (1661).

Nel 1666 si trasferì a Parigi, indebolendo definitivamente il gruppo di Leida, che era caduto in rovina dalla morte di Schooten (1660) e divenne un membro straniero della "giovane" Academie des Sciences (1666). Nella sua ricerca sul comportamento del pendolo fece una scoperta matematica considerata di fondamentale importanza: il teorema cicloide involuto, pubblicato nel suo famoso trattato Horologium oscillatorium (1673), un classico della letteratura scientifica sul movimento circolare e pendolare, conservazione dell'energia cinetica. e altri studi meccanici.

Scoprì la polarizzazione della luce (1678) e formulò la teoria ondulatoria della propagazione della luce in Traité de la lumière (1690) elaborando il famoso principio di Huygens, in cui espose la sua concezione della luce come un'onda di energia che si propagava nello spazio, una teoria che sarebbe stata successivamente sviluppata da Fresnel. Questa teoria ebbe i suoi primi argomenti con Aristotele e successivamente con Da Vince e Galileo.

Huygens morì nella sua città natale (L'Aia) l'8 luglio 1695.

Encyclopaedia Britannica, vol: 11, p.949, 1963; Great Books of the Western World, Encyclopaedia Britannica, Redattore William Blake, Newton & Huygens, Vol.34, p. 547-548, 1952; Philip Cane, Giants of Science, Ediouro. * Foto tratta da MacTutor History of Mathematics.


Video: Christian Huygens, matemático, físico y astrónomo alemán (Giugno 2021).