Presto

Francesco Bonaventura Cavalieri


Francesco Bonaventura Cavalieri era un matematico e astronomo italiano nato nel 1598 nella città di Milano. È noto principalmente per il Principio di Cavalieri, che aiuta nel calcolo dei volumi di solidi.

Professore all'Università di Bologna, inventò il metodo degli indivisibili (1635), inaugurando una nuova era per la geometria e spianando la strada all'introduzione del calcolo integrale. Si unì all'ordine dei Gesuiti a Milano (1615) e si trasferì nel monastero di Pisa (1616), dove si interessò alla matematica dopo aver incontrato Galileo attraverso il cardinale Federico Borromeo.

Nel 1621 divenne assistente del cardinale Federico Borromeo nel monastero di Milano e dopo aver insegnato teologia, divenne priore di San Pietro a Lodi (1623). Dopo tre anni a Lodi, andò al monastero di Parma e fu nominato cattedra di matematica a Bologna (1629), quando stava già sviluppando la famosa teoria degli indivisibili, che presentò nel suo lavoro. Geometria indivisibilis continuorum nova (1635).

Dopo molti secoli, questa teoria ha semplificato il calcolo di aree e volumi di varie figure geometriche. Era anche responsabile in Italia dell'introduzione del logaritmo delle funzioni trigonometriche da utilizzare nei calcoli dell'astronomia, con il libro Directorium Generale Uranometricum. Ha anche scritto di sezioni coniche, trigonometria, ottica, astronomia e astrologia.

Rimase in contatto con molti matematici dell'epoca, come Galileo, Mersènne, Renieri, Rocca, Torricelli e Viviani. Il tuo ultimo libro è stato Trattato della ruota planetaria perpetua (1646). Muore a Bologna nell'anno 1647.


Video: Bonaventura Cavalieri (Giugno 2021).